app pg 689-21

app pg 689-21

La contrarietĂ  all’ordine pubblico non costituisce assolutamente un error in iudicando, che è invece tipico della violazione delle norme di diritto, ma si pone a garanzia della decisione finale nel senso che, anche in presenza di incensurabilitĂ  del lodo per violazione di norme di diritto relative al merito della controversia, la decisione non potrĂ , comunque, prescindere da quelle norme risolvendosi in una pronuncia secondo equitĂ  non autorizzata dalle parti. Ciò significa che, rispetto alla contrarietĂ  all’ordine pubblico, ciò che rileva è piuttosto il risultato cui giunge il lodo che oggettivamente non deve urtare con l’ordine pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.