app pg 397-21

app pg 397-21

Il vizio del lodo di cui all’art. 829, co. 1, n. 5, cod. proc. civ. sussiste soltanto quando le varie parti del dispositivo del lodo impugnato siano in tale contrasto tra loro da rendere la pronuncia praticamente ineseguibile, oppure quando vi sia una tale contraddittorietà della motivazione o un tale contrasto tra la motivazione e il dispositivo da determinare l’impossibilità di comprendere la ratio decidendi per la sostanziale inesistenza della motivazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.