cass 14041-21

cass 14041-21

La prospettazione “a grappolo” di una pluralitĂ  di censure non è ragione di pregiudiziale inammissibilitĂ  del gravame quando, scandagliandone la formulazione, sia possibile scindere il contenuto cassatorio di ciascuna censura ed, indipendentemente dalla sua rubricazione e, ancor piĂą, dalla correttezza dell’indicazione numerica adottata, sia identificabile, tra quelli enunciati dall’art. 360 cod. proc. civ., e non diversamente dall’art. 829 cod. proc. civ., il parametro normativo di riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.